Rossella A

Vi sono lettere che rimangano chiuse nei cassetti…
…dimenticate.
Parole scritte con l’audacia dell’istinto e troppo vigliacche per farsi ascoltare…
…lontane.
Speranze addormentate nei ricordi di un’anima…
…inquiete.
E per quanto si prometta a se stessi di soffocarle… stracciarle in mille frammenti di ricordi, che come coriandoli danzeranno al vento per non poterle mai ricomporle… 

Quelle lettere, quelle parole, quelle speranze… resteranno sempre lì, nel fondo di un cassetto. Finchè un giorno, inaspettatamente, torneranno alla luce e avranno la forza di essere raccontate, ma anche ascoltate…
Un tempo per ogni cosa
me lo ripeto spesso.
Le situazioni cambiano, le persone crescono e l’anima trova quell’equilibrio con cui impara a convivere, al di là di ogni umana paura e debolezza.

Ci accorgiamo che per quanto tempo passi questo non può dividerci da quelle sensazioni che ci spingono ogni giorno ad andare avanti a fare delle scelte… a gioire per esse o soffrirne in silenzio con un sorriso dal sapore salato.

Ci accorgiamo che le persone non vanno mai del tutto via dalla nostra anima… anche quando la vita porta ad essere distanti non lo si sarà mai abbastanza fin quando si avrà desidero di cercarsi… fosse solo per dirsi tutto o forse niente e riderci su come se fosse la cosa più bella e unica di questo mondo.