Rossella A
Ogni giorno è diverso dall’altro, ogni alba porta con sè il suo speciale miracolo, il suo istante magico, in cui si distruggono gli universi passati e nascono nuove stelle. I Navajo ,infatti, insegnano ai loro bambini che ogni mattina il sole che sorge e’ un sole nuovo. Nasce ogni giorno, vive solo per quel giorno, muore alla sera e non ritornera’ piu’. Dicono ai loro piccoli: Il sole ha solo questo giorno, un giorno. Vivi bene la tua vita in modo che il sole non abbia sprecato il suo tempo prezioso.
 (Paulo Coelho)

 * * *
 * * *
 * * *
* * *

Ogni volta che i miei occhi assistono a questo spettacolo, sento in me nascere nuove energie.
Questa è l'alba... l'inizio di un nuovo giorno, 
un giorno qualunque in una mattina d'estate, 
un giorno qualunque da vivere nella sua unicità


Rossella A
Ditemi che razza di amore è quando il rumore di una “carezza” genera un frastuono schioccante e acuto.
Ditemi se si può chiamare amore quello che ferisce e manca di rispetto, ingannando per un’assurda ed egoistica soddisfazione del proprio ego.
Ditemi  come definire quell’amore che ascolta solo ciò che vuole sentire e chiude gli occhi a tutto il resto…


… e infine ditemi… ditemi che però l’amore esiste:

Quell’amore osannato da grandi poeti che avevano il cuore infranto, ma allo stesso tempo ardente di passione…
Quell’amore che rende forte nonostante le debolezze umane.
Quell’amore che come un germoglio va protetto dalle intemperie di una realtà a volte ingiusta, a volte fin troppo superficiale. Una realtà che pretende di omologarci ad una usanza comune, facendoci perdere la nostra morale ricca di valori che ci rendono stranamente diversi, ma dignitosi.

Dov’è finito questo amore…
...è forse  scritto sui muri, decorato con quell’illusorio per sempre e ingannevole mai?

No… non è di quell’amore che parlo, seppur parlare di amore è un’impresa assai ardua, ma di quell’amore che esiste e vive dentro di noi… quell’amore che a volte fa un pò paura, quell’amore che richiede sacrificio, scelte affrontate con mente lucida e cuore pulito… quell'amore che richiede devozione…
Ditemi pure che sono una sognatrice, ma non ditemi che ormai non si può più credere nell’amore…  potrà far soffrire - chi non ha mai sofferto per amore e chi non soffrirà - però quando si ama senza pretese, quando si vive il presente… tutto assume un sapore diverso che dona serenità.

Io  credo nell’amore quando una mano ruvida, segnata dal tempo, stringe ancora un’altra mano come se il tempo non fosse mai passato… 


Ci credo quando guardo gli occhi del mio uomo che oggi non so se amerò per sempre o se mai smetterò di amarlo, perchè l’amore è mutevole nasce – cresce – a volte muore per poi rigenerarsi, ma so con certezza che fin quando l’amerò lo farò con il cuore aperto e con quel rispetto che mi permette ogni giorno di guardarlo negli occhi e con la sua anima fare l’amore.

Dedicato ai suoi occhi...
Dedicato a chi crede ancora nell’amore...
Dedicato a chi, questa notte, ha un desiderio da affidare a una stella...




“Chi è stato innamorato, innamorato davvero, si riconosce: non si accontenta, non ci riesce. 
Non si accontenta di due baci dati a caso in una discoteca. Non si accontenta di una notte di sesso. Non si accontenta di una storia tranquilla. Non si accontenta di chi è “bello ma non balla”. Non si accontenta dei “forse”, dei “se” dei “ma”. Chi ha incontrato l’amore si riconosce: potrebbe vagare anche tutta la vita come un disperato per riviverlo, almeno una volta, almeno mezzo minuto. Lo vedi camminare con gli occhi preoccupati, malinconici, speranzosi, lucidi di ricordi. 
Chi ha amato non può fare a meno di volere altro amore.”  
(Susanna Casciani)