Rossella A

A testa bassa percorro la via… continuo ad andare avanti, ma con i miei occhi vedo solo i piedi muoversi e l’asfalto scorrere sotto di loro.
Eppure questo non basta a non inciampare lungo quel terreno ora diventato scosceso e mi ritrovo… ferma.
Ferma… ma con lo sguardo rivolto verso l’alto, verso il cielo, verso l’infinito… 

…dove sono? dove sto andando?

Nella testa queste domande si alternano con la velocità di un treno in corsa che freme per raggiungere la sua meta, mentre io sembra aver smarrito la mia… ho paura. Ma questa immobilità mi spaventa più della consapevolezza del mio procedere incerto.
Barcollo, come se indossassi un paio di scarpe troppo strette, ma vado avanti. Questa volta  voglio tenere gli occhi fissi sul mio obiettivo… tutto il resto è un bel panorama da non ignorare, ma da fare proprio per avere uno slancio in grado di dare quel giusto equilibrio nel procedere...

…credevo di essermi persa, ma ora ho capito che in realtà, 
semplicemente, non stavo guardando da che parte andare.


La vita è ciò che facciamo di essa. 
I viaggi sono i viaggiatori. 
Ciò che vediamo non è ciò vediamo, ma ciò che siamo.
(Fernando Pessoa)